Critiche:

Mariarosaria Belgiovine
Raffaello Bertoli
Emilio Bianchi
Paolo Gestri
Valentina Giovannelli
Ilaria Minghetti
Federico Napoli
Alfredo Pasolino
Silvia Ranzi
Salvatore Rondine
Piera Teglia
Ennio Valtergano
Gilberto Vannini
Viliano Viti

Critica di PIERA TEGLIA

Ho sentito Margherita nella sua ricchezza di donna, come donna mi sono riconosciuta nella sua capacità di fermare con pennellate sapienti la forza, la libertà, la sensualità.
Voglio allora parlare della poesia di Margherita mediante le parole di un’altra donna, fermate in una poesia:
Sentirsi donna,
come un fiore, un colore,
la luna, un profumo,
un prato, un tramonto,
il mare.
In queste parole è riassunta l’esperienza di Margherita come pittrice, con la sua capacità di dare voce alle donne (raramente anche nell’arte hanno grossa visibilità) di segnare la via, il coraggio di raccontare agli altri di sé con i doni che ognuno di noi possiede.

Piera Teglia